Chi sei?
Perché sei qui?

Ho sentito il riverbero del tuo tocco.

Ti ho visto arrivare dal nulla,
dal buio più ignoto
e non capisco perché.

Osservo le onde generate;
scorrono toccando lo scoglio
e fanno male.

Chiudo gli occhi e ti osservo.

Sei duro come la pietra,
ma piano inizi a svanire.

Print Friendly, PDF & Email
close

Newsletter

Iscriviti per ricevere contenuti fantastici nella tua casella di posta, ogni mese.

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *