La via del perfezionamento per l’elevazione spirituale di un uomo è cosa assai difficile. Presenta tantissime insidie e tra queste la peggiore è quella che tante volte, crescendo anziché continuare a crescere, si subisce un processo involutivo.

Quell’umiltà che ha portato l’individuo a riconoscere i propri limiti ed al desiderio di crescere e che non ci dovrebbe mai più abbandonare, sparisce per lasciare il posto alla presunzione, alla presunzione di sapere e di conoscere, facendoci credere che siamo in grado di capire cosa è giusto e cosa non lo è, mettendo in discussione tutto e tutti, compreso le regole che reggono le Obbedienze da centinaia di anni e “l’auctoritas” di chi da molti anni è su questa strada.

Non dovremmo mai dimenticare che l’arroganza ci conduce a false verità che non potremo possedere mai, che restiamo sempre dei cercatori che brancolano nel buio, consapevoli che non vedranno forse mai la luce e che non sarà sicuramente la cultura a darci conoscenza.

Buona riflessione a chi ne ha voglia.

Print Friendly, PDF & Email
close

Newsletter

Iscriviti per ricevere contenuti fantastici nella tua casella di posta, ogni mese.

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *