AppellativoResh, la Testa ר
dal Sefer YetzirahIl Trentesimo Sentiero è chiamato l’Intelligenza Universale (Raccogliente), poiché per mezzo di esso gli astrologi ricavano i loro giudizi sulle stelle e le costellazioni e perfezionano la loro conoscenza dei cicli celestiali
AppellativiIl Signore del Fuoco del Mondo
Nome divinoיהוה אלוה ודעת
Corrispondenza astrologicaSole
MitoRisveglio della Mente – Rà, Helios, Apollo, Surya
Esperienza correlataPrati, foreste, aree ricche di vegetazione in genere; ascesa; contatto con entità spirituali che impartiscono insegnamenti; apprendimento
Entità del SentieroMaestri e Saggi; leoni e altre creature di natura solare
Immagine magicaUna volta di colore arancio con la lettera Resh di colore bianco splendente al centro; sulla porta sormontata dalla volta è dipinta l’immagine dell’Arcano Maggiore XIX
SimboliUn medaglione con l’immagine della Stella di David
TarocchiIl Sole – Arcano Maggiore XIX
ColoriAtziluth: arancio Briah: giallo oro Yetzirah: ambra intenso Assiah: ambra raggiato di rosso
IncensoOlibano, Cinnamomo

Appellativo

La Testa

Per poter comprendere l’associazione della forma della lettera ebraica con il termine di “testa”, è necessario ricorrere ad una ricerca nell’alfabeto proto-cananeo dove possiamo vedere che la corrispondente lettera era così disegnata:

È la ventesima lettera dell’alfabeto ebraico e la penultima delle 7 lettere doppie insieme a תבגדכפ

Nella seguente tabella, sintetizzo le corrispondenze relative:

LetteraPianetaParte del corpoAttributiGiorno
רMercurioOrecchio destroDominio/SchiavitùGiovedì

In ebraico è ריש

Il valore  numerico della lettera è 200

Lo stesso valore hanno le seguenti parole
(sono state considerate anche le parole che dovrebbero avere la corrispondente lettera finale):

בעל חמנSignore del Calore, nome del dio del sole fenicio
יצקVersare; fondere (metallo); essere fermo, compresso; fissare, collocare
יקצSvegliare
כי על כנPer quindi; per, perché quello
כנעניUn cananeo; un commerciante
מנעמPrelibatezze, pezzi delicati
מעצEssere arrabbiato; Rabbia
מצעUn divano o un letto
נסמנSegnato o specificato; un campo o un lotto
נעלימUn paio di scarpe
סלעמInghiottire, consumare avidamente
עכסימCavigliere
עלקLeccare, succhiare
עממימUn popolo o una nazione; aggregazione o comunità
ענפPer coprire o ricoprire
עסיסCalpestato; vino nuovo o mosto
עפנEssere alto o collinare
עצמChiudere o allacciare; essere fermo e forte
עקלGirare o avvolgere, torcere o pervertire

Il valore numerico della parola è invece 510

Lo stesso valore hanno le seguenti parole:

ירשAfferrare; prendere possesso; ereditare; possedere
ישרEssere diretto; essere pari; giusto; verticale; livello, pari; rettitudine; rettilineità; uniformità
יתננForte o Permanente
לפתAvvolgere o abbracciare; piegarsi o girare di lato
מי יתנChi darà? ; Oh quello!
מעקשModo o luogo storto
מעשקOppressione o esazione
משקעUn assestamento
נתינDati o devoti
נתסRompere
עדותיכI tuoi precetti
עליתUna stanza superiore o soppalco
עתליSegretivo
עתמBruciare

Osservando le parole soprariportate, si evince che I precetti segreti del Signore del Calore (la Volontà Divina) possono essere ereditati ed assimilati dai devoti attraverso la concentrazione (fissare).

Sepher Yetzirah

Il Trentesimo Sentiero è chiamato l’Intelligenza Universale (Raccogliente), poiché per mezzo di esso gli astrologi ricavano i loro giudizi sulle stelle e le costellazioni e perfezionano la loro conoscenza dei cicli celestiali.

Si suppone che in questo sentiero l’Operatore acquisisca la chiaroveggenza che gli permette di interpretare il movimento delle stelle e quindi lo studio dell’astrologia è ad esso legato.

Appellativi

Il Signore del Fuoco del Mondo

Per Fuoco del Mondo si vuole intendere l’elemento componente l’uomo e quindi la Conoscenza per Immagini. Pertanto, in questo sentiero, si dovrebbe diventare padroni o comunque coscienti della esistenza di queste immagini che fanno da input al pensiero.

Nome divino

יהוה אלוה ודעת

 YHVH Signore della Conoscenza

È lo stesso nome di Dio che possiamo trovare nella Sephirah di Tiphareth e pertanto, trovandosi anche nel Sentiero di Resh, possiamo capire che è un’allusione o un’anticipazione della Conoscenza verso la quale stiamo andando.

Anche il significato di “Dio Manifestato nella Mente” può aiutarci poiché, così come abbiamo già detto precedentemente, in questo Sentiero l’Operatore diventa consapevole delle immagini interiori che si manifestano e queste immagini derivano da un Principio Divino.

Corrispondenza astrologica

Sole

Altra associazione che ci avvicina alla Sephirah di Tiphareth è proprio la corrispondenza con il Sole e questo astro, che profanamente è dispensatore di luce e vita, esotericamente è dispensatore di Luce Spirituale e quindi permette all’Operatore di poter vedere le immagini di cui si accennava precedentemente.

Infatti, il Sole esteriore permette all’uomo di poter “vedere” le cose del mondo, mentre il Sole interiore permette, attraverso la sua “luce senza luce” di poter vedere le cose del mondo interiore.

Mito

Risveglio della Mente – Ra, Helios, Apollo, Surya

Il Risveglio della Mente è ovviamente un’allusione al fatto che l’Operatore finalmente si rende conto, prende coscienza del mondo interiore che fino a quel momento era stato “nascosto” poiché l’attenzione era rivolta esteriormente. In questo mondo egli può pervenire alla Conoscenza per Immagini.

Le divinità associate al mito sono tutte divinità solari e questo ci riporta a quanto già detto nella corrispondenza astrologica.

Esperienza correlata

Prati, foreste, aree ricche di vegetazione in genere; ascesa; contatto con entità spirituali che impartiscono insegnamenti; apprendimento

L’associazione con elementi della natura ci fa capire che esistono elementi relativi a conoscenze antiche ritrovabili attraverso l’osservazione della stessa natura, così come indicavano i Rosa+Croce.

L’ascesa è indubbiamente qualcosa che l’Operatore deve compiere interiormente e questa non deve essere un’ascesa intesa rispetto all’osservazione o concentrazione verso le parti superiori del proprio corpo, ma come un superamento dei propri limiti relativi alla personalità, cosa che si compie definitivamente superando l’Abisso.

Il contatto con entità spirituali che impartiscono insegnamenti prevede che l’Operatore, compiendo i propri esercizi e le proprie pratiche interiori, possa iniziare ad assimilare una Influenza Divina che iconograficamente è stata da sempre rappresentata con la presenza di Maestri o Angeli. Questa assimilazione è l’atto stesso dell’apprendimento di una Conoscenza nascosta e che non è di tipo razionale e quindi non culturale.

Entità del Sentiero

Maestri e Saggi; leoni e altre creature di natura solare

Le entità sono ovviamente corrispondenti a quanto già affermato. Infatti, i Maestri, i Saggi, i leoni ed altre creature di natura solare con le quali si può pervenire alla conoscenza non sono altro che personificazioni dell’Influenza Divina che si manifesta all’Operatore. Questo non è altro che un processo di razionalizzazione di qualcosa che trascende la razionalità stessa.

Immagine Magica

Una volta di colore arancio con la lettera Resh di colore bianco splendente al centro; sulla porta sormontata dalla volta è dipinta l’immagine dell’Arcano Maggiore XIX

Il colore arancio è legato alla Sephirah di Hod verso la quale ci stiamo dirigendo ed è il colore complementare del blu, associato all’acqua, elemento proprio di Hod per quanto concerne la tradizione dell’HOGD.

Simboli

Un medaglione con l’immagine della Stella di David

La stella di David ci indica la doppia natura del Sentiero di Resh che, seppur legato al Fuoco e quindi al simbolo di questo che è un triangolo equilatero con il vertice verso l’alto, è legato anche all’elemento Acqua proprio di Hod il cui simbolo è un triangolo equilatero con il vertice verso il basso.

Pertanto, questo simbolo è un chiaro avvertimento al fatto di non lasciarsi trasportare troppo dal Fuoco del Sentiero poiché è sempre necessario trovare il giusto equilibrio per poter procedere oltre.

Tarocchi

Il Sole – Arcano Maggiore XIX

La prima immagine che spicca all’osservazione è indubbiamente il sole; un sole che ha un volto e quindi rappresenta una intelligenza che agisce poiché proietta i propri raggi verso tutte le direzioni. I raggi sono 12 così come le costellazioni, ad indicare delle forze condizionanti il corpo dell’uomo e la sua natura materiale. Di questi, 6 sono diritti e 6 ondulati, forse per indicare la doppia natura che hanno le forze, ovvero attiva/passiva.

Oltre ai raggi, dal Sole si promanano 14 yod, 7 a sinistra e 7 a destra. La lettera yod è indubbiamente da intendere come il principio generante ed il fatto che si riproponga in serie di 7 indica che sono forze che condizionano la parte animica/psichica dell’uomo. Anche queste forze hanno una doppia natura.

Il muro di pietra sta ad indicare un limite oltre il quale l’uomo non può andare poiché oltre si trova il mondo delle forze e quindi l’uomo non può manifestarsi nella sua completezza, cosa che invece può avvenire al di qua del limite dove vediamo due fanciulli: un maschio posto sulla terra ed una femmina posta sull’acqua. La presenza dei due fanciulli indica la doppia natura dell’uomo, ovvero corporea ed animica.

Quella corporea è simboleggiata dal fanciullo maschio posto sul prato e quindi legato alla terra e quindi alla materialità. La natura animica è simboleggiata invece dalla fanciulla femmina posta sull’acqua, elemento legato alla parte psichica dell’essere umano. Il sesso diverso ovviamente rappresenta la manifestazione materiale della doppia natura delle forze condizionanti.

Da notare che sia nel prato che nell’acqua vi sono 5 fiori, ad indicare la piena realizzazione dell’essere.

Colori

Atziluth: arancio

Briah: giallo oro

Yetzirah: ambra intenso

Assiah: ambra raggiato di rosso

Sono colori che avvicinano all’immaginazione del Fuoco.

Incenso

Olibano, Cinnamomo

L’Olibano è indubbiamente l’incenso per eccellenza. Può essere utilizzato praticamente per tutte le operazioni di magia cerimoniale, anche in sostituzione dell’incenso particolare di una qualsiasi operazione.

Già il sentirne l’odore, porta l’Operatore a quella sensazione di Sacro necessaria a svolgere le proprie pratiche.

Il Cinnamomo, che conosciamo sicuramente meglio con il nome volgare di Cannella, è un odore dolciastro e piacevole.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.